BENVENUTI SUL MIO BLOG!

CONTACT ME: se sei un'azienda di cosmesi interessata ad inviarmi i tuoi prodotti da testare e recensire sul mio blog o per una collaborazione contattami su: laurelin@live.it

Per altre INFO l'e-mail per contattarmi è la medesima!

venerdì 14 settembre 2012

L'aspirina e la pelle mista: il farmaco può essere panacea per la pelle?

Nel numero di settembre del giornale Starbene, ho trovato un'utilissima rubrica sulla pelle mista, che però in un trafiletto mi ha lasciato molto perplessa. Eccolo: "un'aspirina effervescente, sciolta in mezzo bicchiere d'acqua e poi picchiettata sulla pelle con un batuffolo di cotone, ha un ottimo potere opacizzante grazie all'acido acetilsalicilico" (Valeria Orlando Make-up artist). Questa affermazione mi sembra troppo superficiale, e vi spiego perché: innanzitutto stiamo usando un farmaco in un modo non prescritto dal foglietto illustrativo, senza considerare i possibili effetti collaterali sulla pelle. A sostegno della mia tesi in Wikipedia troviamo che l'acido acetilsalicilico richiede estrema cautela nei casi di orticaria e gravidanza. Ma da cosa deriva l'acido acetilsalicilico? E perché dovremmo avere riserve e cautele verso questo composto? L'acido acetilsalicilico deriva dall'Acido salicilico, che è a sua volta estratto dalla corteccia del salice. "Nella prima metà del ‘900 nasce l’ impiego dell’ acido salicilico nella cura di patologie dermatologiche. Usato al 25% in soluzione alcolica è indicato nell’ acne papulo-pustolosa di media e lieve entità, nelle iperpigmentazioni e negli in estetismi da fotoinvecchiamento, svolgendo una delicata e progressiva esfoliazione dell’ epidermide (soft peeling). Importante è anche l’ impiego dell’ acido salicilico nella cura della psoriasi del cuoio capelluto e delle verruche. Le proprietà febbrifughe e analgesiche dell’ acido salicilico sono note fin dall’ antichità." (http://guide.supereva.it/medicina_estetica/interventi/2007/03/290536.shtml). In parole povere, anche se l'acido salicilico apporta notevoli benefici in campo dermatologico, esso va somministrato solo tramite uno specialista in dermatologia, in quanto una quantità eccessiva di acido salicilico può danneggiare gravemente la pelle. Quindi mi chiedo: quando questa esperta di make-up ha scritto questo trafiletto in base ai suoi "esperimenti di make-up da piccolo chimico", è possibile che non abbia considerato dei possibili effetti collaterali? Di sicuro leggendo il trafiletto a mio avviso traspare questo, e ciò è ancora più grave, considerando che nessun farmaco è atossico o privo di effetti collaterali.

Nessun commento:

Posta un commento